Il 1 Maggio 2020 entrerà in vigore il Regolamento 2018/1480, che costituisce il XIII ATP del Regolamento CLP. Scopo del Regolamento è la modifica o l’introduzione di nuove voci all’interno dell’Allegato VI del CLP.

XIII ATP CLP: QUALI SOSTANZE SONO COINVOLTE

Tra le sostanze coinvolte si possono segnalare:

  • Permanganato di potassio (CAS 7722-64-7 EC 231-760-3): per il quale viene introdotta una classificazione come sospetto reprotossico (Repr. 2 – H361)
  • Pirocatecolo (CAS 120-80-9 EC 204-427-5): la classificazione della sostanza passa da nociva per ingestione e contatto dermale a tossico (Acute Tox. 3 – H301&H311); sono inoltre aggiunte le classificazioni come cancerogeno (Carc. 1B – H350), che porterà la sostanza ad essere considerata agente cancerogeno, e sospetto mutageno (Muta. 2 – H341)
  • Acetaldeide (CAS 75-07-0 EC 200-836-8): la classificazione della sostanza passa da sospetto cancerogeno a cancerogeno (Carc. 1B – H350), con conseguente ricaduta all’interno degli agenti cancerogeni, e l’aggiunta della classificazione come sospetto mutageno (Muta. 2 – H341)
  • Anidride maleica (CAS 108-31-6 EC 203-571-6): per la quale, tra le varie modifiche, la classificazione come sensibilizzante cutaneo diventa di categoria 1A (Skin Sens, 1A H317) in combinazione con un limite specifico di classificazione (Skin Sens. 1 A; H317: C ≥ 0,001 %), sarà quindi necessario verificare la corretta classificazione, ed etichettatura, delle miscele in cui è contenuta
  • massa di reazione di 5-cloro-2- metil-2H-isotiazol-3-one e 2- metil-2H-isotiazol-3-one (3:1) (CAS 55965-84-9): per la quale viene previsto un passaggio da sensibilizzante di categoria 1B ad 1A e l’introduzione di un fattore M, sia acuto che cronico, pari a 100; anche in questo caso si raccomanda di verificare con attenzione la classificazione delle miscele contenenti la sostanza
  • Tetrametrina (CAS 7696-12-0 EC 231-711-6): sostanza di nuova introduzione a seguito del piano di revisione introdotto dal Regolamento BPR, per la quale sono previsti in particolare l’introduzione della classificazione come sospetto cancerogeno (Carc. 2 H351) e la presenza di un fattore M, sia acuto che cronico, pari a 100. Si consiglia quindi di verificare la corretta classificazione delle miscele
  • Acido salicilico (CAS 69-72-7 EC 200-712-3): sostanza di nuova introduzione, per la quale è prevista in particolare la classificazione come sospetto reprotossico (Repr. 2 – H361d)
  • 2-metilisotiazol-3(2H)-one (MIT) (CAS 2682-20-4 EC 220-239-6): anche in questo caso si tratta di una sostanza di nuova introduzione, per la quale è prevista in particolare l’armonizzazione della classificazione come sensibilizzante cutaneo di categoria 1A (Skin Sens. 1A – H317), in combinazione con un limite specifico di classificazione (Skin Sens. 1 A; H317: C ≥ 0,0015 %); si raccomanda quindi di verificare correttamente la classificazione delle miscele in cui è contenuta.

COSA FARE

Si rende quindi necessario verificare, nel caso in cui non sia ancora stato fatto, la presenza delle sostanze elencate nel XIII ATP tra i propri prodotti al fine di appurare la necessità di adeguare le Schede Dati di Sicurezza e le relative etichette dei prodotti.

TEAM mastery, con la divisione Product Safety, rimane a disposizione per supportare le aziende nell’aggiornamento documentazione.

Fonte: Eur-Lex